Category Archives: Paolo Sensini

Gallery

[for our Italian readers] Paolo Sensini conferences in Cesena [17/11] and Milan [24/11]

This gallery contains 3 photos.

Advertisements

Gallery

ISIS: Mandanti, registi e attori del “terrorismo” internazionale [by Paolo Sensini]

This gallery contains 3 photos.

Terrorismo e Isis: da tempo sui mezzi d’informazione non si parla d’altro, anche in seguito agli ultimi attentati in alcune capitali europee. Concetti declinati in tutte le maniere possibili e immaginabili, soprattutto riferendosi alle guerre combattute nel Vicino e Medio Oriente.

Ma conosciamo tutta la verità? Abbiamo davvero tutte le informazioni per esprimere un giudizio preciso? Quelle che leggiamo sui giornali o ascoltiamo in tv corrispondono alla realtà dei fatti oppure sono menzogne? È possibile che gli uomini di governo dell’occidente stiano sfruttando il terrorismo, che non cessano di calunniare come se fosse l’origine di tutti i mali, per ottenere un potere straordinario nei confronti della società?

CHE COS’È DUNQUE IL COSIDDETTO TERRORISMO INTERNAZIONALE (AL-QA’IDA, ISIS, JABHAT AL-NUSRA, BOKO HARAM, AL-SHABAAB, ETC.)? MA, SOPRATTUTTO, CHI NE TRAE BENEFICIO?

Sono queste le domande fondamentali a cui il libro diPaolo Sensini, dopo aver vagliato un’imponente mole di materiali e documenti originali, risponde per la prima volta in maniera esaustiva e completa. Continue reading

Gallery

“In Libia, un regime che non rappresenta le tribú di Jamahiriya” ~ Intervista di Roberta Barbi a Paolo Sensini

This gallery contains 1 photos.

Paolo Sensini – “In Libia, non c’è un governo che rappresenti la totalità delle tribù, dei gruppi, delle formazioni che sono lì: c’è il governo di unità nazionale a Tripoli, voluto dall’Onu – appoggiato sostanzialmente dalle forze di Misurata, che si sono avvicinate molto dappresso a Sirte – e ci sono le forze invece che fanno riferimento al generale Khalifa Haftar, a Tobruk, che è appoggiato da Egitto e Francia. Anch’egli sta spingendo e si è avvicinato a Sirte. Gli americani sono intervenuti ottemperando a un patto che era già implicito nell’investitura di al Sarray.” Continue reading

Gallery

“Sowing Chaos: Libya in the Wake of Humanitarian Intervention”, by Paolo Sensini [Book Excerpts]

This gallery contains 2 photos.

In early 2011, Libya came under attack. The anti-Libya coalition included France, the United Kingdom, the feudal Gulf monarchies, the United States and other NATO countries. Although during the previous months, Muammar Gaddafi had visited the nations of Europe where he was welcomed as the head of a friendly State, the United Nations swiftly approved the coalition-sponsored U-turn, undertaken in the guise of humanitarian intervention to protect the Libyan people. Gaddafi was branded “a bloodthirsty, crazed dictator”, intending and carrying out war crimes to suppress a legitimate domestic revolt.

This narrative was part of a larger-scale Western strategy adopted to redesign the entire Middle East in accordance with its interests. Immediately after the start of the NATO campaign of air strikes, Paolo Sensini visited Tripoli as a member of the “Fact Finding Commission on the Current Events in Libya”. He then wrote a fully detailed account of the real reasons for the attack on Libya, and the outcome. This book outlines the historical background of the last hundred years and more, from the main phases of the Italian military occupation (1911-1943) to the dramatic events of our own times, including an account of the post-war monarchy and Qaddafi’s rise to power, the air strikes on Tripoli and Benghazi ordered by Reagan in 1986, and the Lockerbie affair.

Sensini exposes the falsehoods propagated in 2011 of the alleged “mass graves” and “10,000 deaths”. He takes a close look at the “rebels in Benghazi” – goaded on by Islamic fundamentalists but organised, armed and financed by the West. The “rebels” provided the pretexts that West needed for approval of UN Resolution 1973 – the myth of ‘humanitarian’ intervention as embodied in the so-called “responsibility to protect” (R2P) doctrine. This criminal intervention devastated Libya, unleashing chaos and a civil war unlikely to cease in the near future.

Sensini addresses what has followed in its wake: the 11 September 2012 murder of American Ambassador Chris Stevens, the role of Hillary Clinton, and the plight of untold waves of migrants seeking to flee the continental chaos that R2P has unleashed, resulting in thousands of deaths and drownings across the Mediterranean, and the potential destabilization of European states struggling to cope with the mass influx. Continue reading

Gallery

Libia, dopo l’ennesima guerra “boomerang” dell’occidente, l’Isis è a mille KM dall’Italia ~ Intervista a Paolo Sensini, autore di ‘Libia 2011’, sull’incubo dimenticato dai media

This gallery contains 2 photos.

Dopo l’ennesima guerra “boomerang” dell’Occidente, ora l’Isis è in Libia, a mille chilometri dall’Italia.

L’allarme è stato lanciato dall’inviato speciale delle Nazioni Unite, Bernardino Leon che, lo scorso 7 ottobre, ha affermato:
“Gli jihadisti dello Stati islamico sono già presenti in Libia e la loro minaccia è concreta”.

Il governo italiano è silente ma l’emergenza per l’Italia è in atto. Dal Paese nordafricano, che si affaccia sul Mediterraneo e dista poche ore di navigazione dalle nostre coste, proviene la quasi totalità dei flussi di migranti che sbarcano in Sicilia.

“Un’eventuale avanzata dei miliziani sunniti dello Stato islamico (Is o Isis) moltiplicherà i flussi di migranti in fuga dalle violenze”
– sostiene Paolo Sensini, autore di “Libia 2011” (ed. Jaca Book – 2011) e “Divide et impera. Strategie del caos per il XXI secolo nel Vicino e Medio Oriente” (ed. Mimesis – 2013) –.

Continueranno i traffici di esseri umani con i quali le milizie libiche si finanziano la guerra e il rischio di infiltrazioni terroristiche diventerebbe altissimo. Inoltre, gli interessi energetici e commerciali dell’Italia in Libia sarebbero irrimediabilmente compromessi”… Continue reading

Gallery

La Geopolitica del Caos

This gallery contains 1 photos.

* – Di ritorno dalla Siria – Appunti sulla Geopolitica del Caos – a cura di Paolo Sensini – Ormai siamo a un giro di boa. La grande operazione mediatico-militare passata alla storia come “Primavera araba”, è costretta a operare … Continue reading

Gallery

Recensione a Libia 2011 di Paolo Sensini

This gallery contains 1 photos.

a cura di Giacomo Guarini – Eurasia-rivista – Il saggio di Paolo Sensini Libia 2011(Milano 2011) rappresenta un’opera fondamentale per chi volesse ripercorrere le vicende belliche che hanno insanguinato l’altra sponda del Mediterraneo nell’anno in corso. L’opera è divisa in … Continue reading

Gallery

Eurasia intervista Paolo Sensini sulla Libia

This gallery contains 1 photos.

Giacomo Guarini intervista Paolo Sensini – Abbiamo intervistato Paolo Sensini,  autore dell’opera “Libia 2011”[1]. Un saggio molto interessante che offre nella prima parte un’agile narrazione di cento anni di storia libica incastonati fra due eventi luttuosi per il paese: la … Continue reading