Gallery

War in Libya: the beginning of the end – Guerra in Libia: l’inizio della fine (Eng-Ita)

Libya war a precursor to Ezekiel 38-39?

The Wall Street Journal Reported today (March 2011): “Oil futures settled at their highest level in 2 1/2 years Wednesday as air strikes continued against Libya and the U.S. reported a sharp drop in gasoline inventories.” On New York commodities markets, ‘Light Sweet Crude’ settled at $105.75 a barrel, the highest we’ve seen since September 2008.

The US and Allied forces air strikes on Col. Moammar Gadhafi’s military infrastructure and Western sanctions have stopped the 1.3 million barrel per day of Libyan output and have caused commodity futures traders to speculate that oil supply will get worse before it gets better. Kyle Cooper, managing partner at IAF Energy Advisors in Houston stated in the WSJ article, ”If this spreads into Saudi Arabia, $120 a barrel is going to look cheap. People are scared to death to be short.”

In Bible prophecy, Libya is included in the Russian-Iranian alliance against Israel in “the last days.” Ezekiel 38-39, tells us that ‘Put’ is one of the nations that joins the ‘Gog/Magog’ alliance against the nation of Israel. Ancient historian Flavius Josephus records that ‘Put’ or ‘Phut’ is ‘Libyos.’ Ancient Libyos included the territory of modern Libya. Regardless of the outcome of the current military and political struggle in Gadhafi’s Libya, Bible prophecy tells us that one day, Libya will be a part of the alliance with an ‘evil thought’ in its head, to invade the land of Israel to take a ‘spoil’ – maybe oil? Bible prophecy seems to be coming into fullness on almost a daily basis in Israel. Is the current Libyan war a precursor to the fulfillment Ezekiel 38-39? We’ll keep watching.

ITALIANO

IL CONFLITTO LIBICO PRECURSORE DI EZECHIELE 38-39?
Il Wall Street Journal ha riferito oggi che: “I futures del petrolio sono stati pagati mercoledì il prezzo più alto degli ultimi due anni e mezzo mentre i bombardamenti contro la Libia continuavano e gli Stati Uniti riferivano un improvviso ribasso della valutazione delle scorte di gas”. Sul mercato di New York delle materie prime, il petrolio grezzo è stato pagato 105.75 dollari al barile, il prezzo più alto mai visto sin dal 2008. 
I bombardamenti degli Stati Uniti e delle forze Nato alle infrastrutture militari del Col. Muammar Gheddafi e le sanzioni imposte dall’Occidente hanno bloccato la produzione libica di 1.3 milioni di barili al giorno ed hanno indotto i mercanti dei futures delle materie prime ad ipotizzare che l’approvvigionamento del petrolio invece di migliorare peggiorerà. Kyle Cooper, socio dirigente di IAF Energy Advisors, a Houston, ha dichiarato nell’articolo del Wall Street Journal che: “Se questo si diffondera’ sino in Arabia Saudita, 120 dollari al barile sembreranno un prezzo basso. La gente ha una paura folle di rimanere a corto di petrolio”.
Nelle profezie bibliche, la Libia e’ alleata con Russia ed Iran contro Israele, negli “ultimi giorni”. Ezechiele 38-39, ci dice che “Put” è una delle nazioni che si uniranno nell’alleanza di Gog/Magog contro Israele. L’antico storiografo Flavio Giuseppe riferisce che “Put” o “Phut” sta per “Libia”. L’antica Libia includeva il territorio dell’odierna Libia. A prescindere dall’esito dell’attuale battaglia militare e politica nella Libia di Gheddafi, la profezia biblica dice che un giorno la Libia farà parte di un’alleanza con un’”idea malvagia” in testa: invadere la terra di Israele per farne bottino – forse del petrolio? La profezia della Bibbia pare si avvii verso la sua pienezza quasi quotidianamente in Israele. L’attuale conflitto libico e’ precursore al compimento di Ezechiele 38-39? Staremo a vedere.
Fonte originale: Oil in Israel

Comments are closed.