Gallery

Libyan Resistance News – December 1, 2011 – (Eng-Ita)

Army Operation of the Green Fighters in Tripoli. Fighters of the Libyan Liberation Army performed an operation with silent weapons. The Nato-mercenary “Radouane Abdessalem Ambiya” has been killed; he was at home alone with two other mercenaries of Tripoli. This traitor was the person who betrayed the green army by providing information to the mercenaries who killed 28 Libyan soldiers of the Libyan Liberation Army .

Two foreign soldiers killed. Fighters of the cell “Raed” of the Libyan Liberation Army destroyed the large fuel tank of the Raes Lanouf society which is located between the industrial complex and the new oil port. Violent clashes between Nato-rats ande green fighters lasted 3 hours. Two foreign soldiers were killed.

An explosion at Souk Jomo. Last night, a loud explosion and exchanges of fire shook the Souk Jomo area. The fighters of the Libyan Liberation Army intensify operations.

Clashes in Tripoli last night: Al Andalus area, violent clashes between fighters of the Libyan Liberation Army and the Nato-mercenaries. More fighting near the Kortoba school.

Arrival of Nato-libyans-mercenaries from Misrata and Zenten in Turkey to attack Syria. Misrata Hora , an informed source Pro CNT, confirmed the arrival of the first group of Nato-mercenaries from Misrata and Zenten in Turkey, to get into Syria. Abdelhakim Belhadj was in charge for the coordination with Turkey for the transfer of funds to his libyan mercenaries.

Operazione dell’Esercito della Resistenza Verde a Tripoli. Combattenti dell’Esercito di liberazione libica hanno eseguito un’operazione con armi silenziate. Il NATO-mercenario “Radouane Abdessalem Ambiya” è stato ucciso, mentre era a casa da solo con due altri mercenari di Tripoli. Questo traditore era la persona che ha venduto i militari lealisti, fornendo informazioni ai mercenari che hanno ucciso 28 soldati libici dell’Esercito di liberazione libica.

Due soldati stranieri uccisi. Combattenti della cellula “Raed” dell’Esercito di Liberazione Libico hanno distrutto il grande serbatoio del carburante della società Raes Lanouf che si trova tra il complesso industriale e il porto olio nuovo. Scontri violenti tra i Nato-ratti ed i combattenti verdi sono durati oltre 3 ore. Due soldati stranieri sono rimasti uccisi.

Un’esplosione a Souk Jomo. Ieri sera, una forte esplosione e scambi di fuoco hanno scosse la zona Souk Jomo. I combattenti dell’Esercito di Liberazione Libico intensificano le operazioni.

Scontri a Tripoli ieri sera: nella zona di Al Andalus violenti scontri tra guerriglieri dell’Esercito di liberazione libica ed i Nato-mercenari. Altri combattimenti sono avvenuti nei pressi della scuola Kortoba.

Arrivo dei Nato-mercenari-libici da Misurata e Zenten in Turchia per attaccare la Siria. Misurata Hora, una fonte informata Pro CNT, ha confermato l’arrivo del primo gruppo dei Nato-mercenari da Misurata e Zenten, in Turchia, per entrare in Siria. Abdelhakim Belhadj era responsabile del coordinamento con la Turchia per il trasferimento dei fondi ai suoi mercenari libici.