Gallery

Negotiations between the Syrian-deserters and Libyan rats, sponsored by Turkey, led by Abdelhakim Belhadj – Negoziati in corso tra disertori siriani e Nato-,ercenari libici, sponsorizzati dalla Turchia, guidati da Abdelhakim Belhadj + Video (Eng-Ita)

A reliable source confirmed that there were negotiations, under the auspices of Turkey, between the Syrian-deserters and Libyan-rats, led by Abdelhakim Belhadj, for the delivery of weapons to the Syrian terrorists and to help them overthrow the regime of Bashar al-Assad.

The newspaper “Telegraph” said the Libyan-rats announced that Syrian-deserters had held secret talks, in agreement with the Libyan NCT authorities, to secure the shipment of arms and money to fight against the government of President Bashar al-Assad .

The newspaper adds that at the meeting, held in Istanbul, the Syrians deserters have sought assistance from the Libyan Nato-mercenaries, who will provide them with weapons and and ‘volunteers’ (well-paid, in euros and dollars, mercenaries).

The newspaper also cites Libyan sources, which confirms that there are plans to send fighters and weapons from Libya to Syria, because there is a military way already open.

In a short time we will see… (from AlgeriaIsp)

Negoziati in corso tra disertori siriani e Nato-,ercenari libici, sponsorizzati dalla Turchia, guidati da Abdelhakim Belhadj…

Una fonte affidabile ha confermato che sono in corso negoziati, sotto gli auspici della Turchia, tra i disertori siriani e i mercenari-Nato libici, guidati da Abdelhakim Belhadj, per la consegna di armi ai terroristi siriani e per aiutarli a rovesciare il regime di Bashar al-Assad.

Il quotidiano “Telegraph” ha detto che disertori siriani e i mercenari-Nato-libici hanno avuto colloqui segreti, in accordo con le autorità libiche NCT, per garantire la spedizione di armi e denaro per combattere contro il governo del presidente Bashar al-Assad.

Il giornale aggiunge che nel corso della riunione, tenutasi a Istanbul, i disertori siriani hanno cercato l’aiuto da parte dei Nato-mercenari libici, che forniranno loro le armi ed i ‘volontari’ (mercenari ben pagati in euro e dollari).

Il giornale, cita anche una fonte libica, che confermerebbe che ci sono piani per inviare armi e combattenti dalla Libia alla Siria, perché c’è una via militare già aperta.

In breve tempo si vedrà … (da AlgeriaIsp)

Comments are closed.