Gallery

Libyan War News: (part 1) October 19, 2011 (Eng-Ita) +2Video

And Gaddafi captured mercenaries

Gaddafi forces have captured 17 foreign mercenaries in Bani Valid , including several British and French. The insurgents quickly disappeared from the front line, after the assault on Bani Valid.

 Unsuccessful attacks on the Sirt

There is no peace in Sirt. The coastal town was again the scene of street fighting. The fighters of the NCT attacked the city from the south, but well-entrenched forces Gaddafi to resisted. Reports by Reuters.

While the battle raged, the NTC-rats claimed that ther rotten “rebels” are close to reaching an agreement on the surrender of the leaders of the region Harava, 80 kilometers east of Sirte. If that agreement was reached, the rebels would open up a new way to attack the Sirt.

However, Gaddafi’s spokesman Ibrahim Musa said that there is no danger of losing Gaddafi supporters that city.

“We are able to resist for several months,” Ibrahim Musa said in a telephone statement to Syrian television Al-Raj.

Gaddafi’s forces in Bani Walid continuing last night to start a counterattack on the rebel positions on the outskirts of town.
That last night proved to be fairly successful tactic, as Gaddafi’s forces prevent the troops of the Nato-mercenaries to regroup and attack Bani Walid again.
The rebels were forced to withdraw from Bani Walid even today, as they have been intense sniper fire and grenades. Gadafijevih followers who hold key positions overlooking the valley leading into town.

There are currently no indications that insurgents are planning a counter attack. More than three weeks after rebels entered the Tripoli, Gaddafi forces still have control of the territory along the central coast and southern deserts.

NATO Air Strike Uses Cluster Bombs On Civilians

ITALIANO

E Gheddafi ha catturato dei mercenari

Le forze di Gheddafi hanno catturato 17 mercenari stranieri in Bani Walid, tra cui alcuni britannici e francesi. Gli insorti sono rapidamente scomparsi dalla linea del fronte, dopo l’assalto su Bani Walid.

Attacchi infruttuosi sul Sirte

Non c’è pace in Sirte. La città costiera è stata nuovamente teatro di combattimenti di strada. I combattenti del CNT hanno attaccato la città da sud, ben radicata di forze di Gheddafi pronte a resistere. Rapporto Reuters.

Mentre la battaglia infuriava, i ratti-NTC hanno affermato che i loro marci “ribelli” stanno per raggiungere un accordo sulla resa dei leader della regione di Harava, 80 chilometri ad est di Sirte. Se questo accordo fosse stato raggiunto, i ribelli avrebbero trovato un nuovo modo di attaccare Sirte.

Tuttavia, il portavoce di Gheddafi, Ibrahim Musa, ha detto che non c’è pericolo di perdere sostenitori di Gheddafi in quella città.

Siamo in grado di resistere per diversi mesi,” ha detto Musa Ibrahim  in una dichiarazione telefonica alla televisione siriana al-Raj.

Le forze di Gheddafi a Bani Walid hanno iniziato e continuato per tutta la scorsa notte un contrattacco alle posizioni dei ribelli nella periferia della città.
La tattica della notte scorsa ha rivelato di aver ottenuto un discreto successo, in quanto le forze di Gheddafi hanno prevenuto che le truppe dei Nato-mercenari si potessero riorganizzare per attaccare nuovamente Bani Walid.
Anche oggi i ribelli sono stati costretti a ritirarsi da Bani Walid, bersagliati da un intenso fuoco da parte di tiratori scelti e dal lancio di granate. I sostenitori di Gheddafi coprono posizioni strategiche chiave, che si affacciano sulla vallata che conduce in città.
Attualmente non ci sono indicazioni che i ribelli stiano progettando un attacco.

Più di tre settimane dopo che i ribelli sono entrati a Tripoli, le forze di Gheddafi hanno ancora il controllo del territorio lungo la costa centrale e i deserti meridionali.

 Translated by LibyanFreeMan
Source: Aljamahiria.com / صحيفة الجماهير

Comments are closed.