Gallery

Humanitarian operation to protect civilians – Operazione umanitaria per difendere i civili (2 Video)

Humanitarian operation to protect civilians

Operazione umanitaria per difendere i civili

Bombs and rockets fired blindly populated cities

Missili e Bombe sparati alla cieca su città popolate

Il MILAN (acronimo del francese Missile d´Infanterie Léger ANtichar ovvero missile anticarro per fanteria leggera) è un missile anticarro a medio raggio sviluppato a partire dal 1962 da Euromissile, una joint-venture tra la francese Aérospatiale e la tedesca Deutsche Aerospace, una sussidiaria del gruppo Messerschmitt-Bölkow-Blohm GmbH (MBB). La produzione in serie del missile è iniziata nel 1972 ed è tutt’ora in corso.

Il MILAN venne fornito, nel 1973, inizialmente all’esercito francese per rimpiazzare l’ENTAC, un missile anticarro di prima generazione oramai obsoleto, ma a tutt’oggi è impiegato dalle forze armate di 41 paesi.

Con più di 350.000 unità (di almeno tre versioni diverse) prodotte alla data del 2006, e l’ampio numero di paesi utilizzatori, questo missile anticarro è divenuto il sistema d’arma di maggior successo commerciale nella sua categoria.

È un missile di superficie che viaggia a velocità subsonica con una gittata tipica di 2 km (coperta in 12,5 secondi) e una capacità di penetrazione – su corazza d’acciaio – compresa tra i 350 (95% di probabilità di successo) e i 900 mm, e di 2,5 metri su un muro di cemento armato.

L’utilizzo più frequente è quello di fanteria in installazioni a treppiede, meno frequentemente veicolari. Il missile sovietico AT-4 Spigot, sviluppato negli stessi anni, è quasi identico al MILAN e vi furono molte speculazioni sul fatto che potesse essere un clone del missile franco-tedesco.

Comments are closed.